Pagina iniziale Navigazione Contenuto Contatti Sitemap Cerca

Rein­stal­la­zione di Win­dows 10

Il vostro com­puter è stato infet­tato dal mal­ware. Non sapete come ese­guire una nuova instal­la­zione pulita del sistema nel modo giusto? Le istru­zioni seguenti vi mostrano passo dopo passo come rimet­tere in sesto il PC limi­tando al con­tempo il rischio di una nuova infe­zione.

Abbiamo cer­cato di creare le linee guida più gene­rali pos­si­bili per gli utenti pri­vati. Natu­ral­mente in alcuni casi spe­ci­fici le ope­ra­zioni neces­sarie potreb­bero essere diverse.

Queste istru­zioni si basano su un sistema con Win­dows 10 Pro 64 bit, ma val­gono anche per i sistemi a 32 bit.

Per rein­stal­lare cor­ret­ta­mente il vostro sistema ope­ra­tivo seguendo queste istru­zioni, avrete bisogno del CD di instal­la­zione di Win­dows 10 e di un sup­porto di memo­riz­za­zione esterno per il backup dei dati.

Fase 1: scol­le­gare il PC dalla rete

  • Se il vostro PC è col­le­gato alla rete tra­mite cavo, è suf­fi­ciente scol­le­gare il cavo di rete.
    Se uti­liz­zate una rete senza fili (WLAN), atti­vate la moda­lità aereo (clic sull’icona di rete in basso a destra nella barra delle appli­ca­zioni → clic sul pul­sante della moda­lità aereo).

Fase 2: sal­va­taggio dei dati per­so­nali

  • Col­le­gate un sup­porto di memo­riz­za­zione esterno tenendo pre­muto il tasto «Maiusc» e sal­vate i vostri dati per­so­nali. Non uti­liz­zate il vostro sup­porto di backup «solito», ma se pos­si­bile pro­cu­ra­te­vene uno nuovo, com­ple­ta­mente vuoto.
    NOTA: il mal­ware pre­sente sul PC potrebbe infet­tare anche il sup­porto di memo­riz­za­zione esterno e i dati archi­viati su di esso. In par­ti­co­lare i mal­ware sfrut­tano la fun­zione di ese­cu­zione auto­ma­tica per dif­fon­dersi sui sup­porti di memo­riz­za­zione esterni (chia­vette USB, ecc.). Disat­ti­vare tem­po­ra­nea­mente la fun­zione di ese­cu­zione auto­ma­tica è rela­ti­va­mente sem­plice: è suf­fi­ciente pre­mere e tenere pre­muto il tasto «Maiusc» della tastiera, col­le­gare al PC il sup­porto di memo­riz­za­zione esterno e lasciare il tasto «Maiusc» solo dopo alcuni secondi. In questo modo si impe­disce che Win­dows esegua auto­ma­ti­ca­mente i pro­grammi e i file con­te­nuti sul sup­porto esterno.

Fase 3: pulizia del Master Boot Record (MBR)

Alcuni virus infor­ma­tici si inse­diano nel cosid­detto Master Boot Record (MBR) del com­puter. Per questo motivo è con­si­glia­bile sovra­scri­verlo e quindi ripu­lirlo. Per farlo uti­liz­zate l’utilità «Bootrec.exe» dell’Ambiente ripri­stino Win­dows.

  • Inse­rite nell’unità ottica il CD di instal­la­zione di Win­dows 10 e riav­viate il PC.
  • Se il PC non si avvia dal CD inse­rito, impo­state l’unità CD come prima peri­fe­rica nel BIOS (la pro­ce­dura è descritta nel manuale della scheda madre). In alter­na­tiva, subito dopo aver avviato il PC si può pre­mere il tasto fun­zione «F8». Si aprirà il Boot Manager, che con­sente di sele­zio­nare l’unità CD.
  • Pre­mete un tasto quando viene chiesto di farlo.
  • Sele­zio­nate una lingua per l’installazione, un orario e un for­mato per la valuta, una tastiera o metodo di input, e fate clic su Avanti.
  • Fate clic su Ripri­stina il com­puter in basso a sini­stra.
  • Fate clic su Riso­lu­zione dei pro­blemi.
  • Fate clic su Opzioni avan­zate.
  • Nella fine­stra di dia­logo Opzioni avan­zate fate clic su Prompt dei comandi.
  • Digi­tate «bootrec.exe /fixmbr» e pre­mete il tasto Invio (Enter). In questo modo viene ripri­sti­nato l’MBR (disat­ti­vando così la fun­zio­na­lità MBR Roo­tkit di un even­tuale mal­ware).
  • Chiu­dete il prompt dei comandi e spe­gnete il PC con il comando Spegni il PC. Lasciate il CD di instal­la­zione di Win­dows 10 nell’unità ottica.

Fase 4: rein­stal­la­zione di Win­dows 10

  • Avviate nuo­va­mente il PC.
  • Se il PC non si avvia dal CD inse­rito, impo­state l’unità ottica come prima peri­fe­rica nel BIOS (la pro­ce­dura è descritta nel manuale della scheda madre). In alter­na­tiva, subito dopo aver avviato il PC si può pre­mere il tasto fun­zione «F8». Si aprirà il Boot Manager, che con­sente di sele­zio­nare l’unità CD.
  • Pre­mete un tasto quando viene chiesto di farlo.
  • Sele­zio­nate una lingua per l’installazione, un orario e un for­mato per la valuta, una tastiera o metodo di input, e fate poi clic su Avanti.
  • Ora è suf­fi­ciente un clic su Installa ora.
  • Sele­zio­nate poi la moda­lità di instal­la­zione Per­so­na­liz­zata: installa solo Win­dows (opzione avan­zata).
  • Potrete così eli­mi­nare, creare e for­mat­tare le par­ti­zioni.
    ATTENZIONE: con l’eliminazione o la for­mat­ta­zione di una par­ti­zione si per­dono tutti i dati sal­vati su quella par­ti­zione!
    NOTA: per essere certi che sul PC non ci sia più nessun mal­ware, le par­ti­zioni pre­senti vanno eli­mi­nate e ricreate da zero. Le nuove par­ti­zioni andranno poi for­mat­tate. Tenete pre­sente anche che potrebbe esserci una par­ti­zione di ripri­stino («Reco­very») del pro­dut­tore. Questa par­ti­zione non va né eli­mi­nata né for­mat­tata.
  • Per pro­se­guire con l’installazione nella par­ti­zione sele­zio­nata, fate clic su Avanti.
    ATTENZIONE: in seguito al riavvio del sistema viene visua­liz­zata una scher­mata inti­to­lata «Fare più in fretta». In questa scher­mata non fate asso­lu­ta­mente clic su Usa impo­sta­zioni rapide!
  • Fate clic in basso a sini­stra su Per­so­na­lizza impo­sta­zioni.
    NOTA: per­so­na­liz­zando le impo­sta­zioni come indi­cato, potete impe­dire che Win­dows invii troppi dati a Micro­soft. Nelle tre scher­mate seguenti dovreste quindi disat­ti­vare tutte le con­fi­gu­ra­zioni. Un’unica ecce­zione: nella terza scher­mata atti­vate l’opzione «Usa i ser­vizi online SmartS­creen per pro­teg­gere il sistema dai con­te­nuti e dai down­load dan­nosi nei siti cari­cati dai browser Win­dows e dalle app dello Store.» La nostra lista di con­trollo, con­te­nente ulte­riori infor­ma­zioni utili sulla pro­te­zione dei dati in Win­dows 10, è dispo­ni­bile qui.
  • Com­ple­tate l’installazione di Win­dows 10 con le impo­sta­zioni con­si­gliate.
  • Col­le­gate quindi il PC a Internet (rein­se­rite il cavo di rete).
  • Aggior­nate il sistema ope­ra­tivo facendo clic sulla lente d’ingrandimento in basso a sini­stra sulla barra delle appli­ca­zioni e digi­tando «Win­dows Update». Fate clic su Veri­fica dispo­ni­bi­lità aggior­na­menti e poi di nuovo nella fine­stra seguente. Ora gli aggior­na­menti ver­ranno instal­lati auto­ma­ti­ca­mente.

Fase 5: instal­la­zione di un pro­gramma anti­virus

  • Instal­late un pro­gramma anti­virus otte­nuto da una fonte affi­da­bile e aggior­na­telo con l’apposita fun­zione inte­grata.
    NOTA: un elenco di pro­grammi anti­virus rac­co­man­dati è dispo­ni­bile qui.

Fase 6: instal­la­zione e aggior­na­mento dei pro­grammi

  • Instal­late i pro­grammi desi­de­rati. Aggior­nate tutti i pro­grammi e dove pos­si­bile atti­vate la fun­zione di aggior­na­mento auto­ma­tico.
    NOTA: pre­state atten­zione a instal­lare sol­tanto pro­grammi pro­ve­nienti da fonti affi­da­bili (come le pagine di Down­load dei pro­dut­tori o archivi soft­ware come PCtipp, Heise, ecc.).

Fase 7: ana­lisi dei dati

  • Tenete pre­muto il tasto «Maiusc» e col­le­gate al PC il sup­porto di memo­riz­za­zione esterno con­te­nente i dati sal­vati in pre­ce­denza.
    NOTA: se durante il backup dei dati è stato copiato sul sup­porto di memo­riz­za­zione esterno del mal­ware, il PC potrebbe infet­tarsi di nuovo! Per pre­ve­nire questo pro­blema, è indi­spen­sa­bile tenere pre­muto il tasto «Maiusc» quando si col­lega il sup­porto di memo­riz­za­zione esterno (vd. nota alla fase 2).
  • Ese­guite un’analisi dell’intero sistema e del sup­porto di memo­riz­za­zione esterno con il pro­gramma anti­virus appena instal­lato. Se ven­gono indi­vi­duati dei file infetti, occorre pulirli o eli­mi­narli!
    NOTA: un’alternativa migliore ma più impe­gna­tiva rispetto all’analisi del sistema appena instal­lato sarebbe quella di con­trol­lare il sup­porto di memo­riz­za­zione esterno con un Live-CD avvia­bile o un sistema ope­ra­tivo diverso (per es. Linux, macOS).

Fase 8: ripri­stino dei dati

  • Copiate i dati del vostro backup dal sup­porto di memo­riz­za­zione esterno al PC.

Fase 9: che cosa rimane da fare!

  • Poiché oggi­giorno il mal­ware si impos­sessa molto fre­quen­te­mente di nomi utente e pas­sword, è asso­lu­ta­mente neces­sario modi­fi­care tutte le pas­sword del sistema stesso, come pure tutte le pas­sword dei siti Internet (per es. e-ban­king, accesso all’e-mail, Face­book, ecc.).
  • Oltre a questo, con­trol­late atten­ta­mente i vostri estratti conto dell’e-banking e delle carte di cre­dito.

Cos’altro vorreste sapere sulla sicurezza nell’e-banking?

Iscri­ve­tevi subito a un corso per saperne di più:

Corsi di for­ma­zione di base

Il corso di base pre­senta le minacce attuali poste da Internet e mostra come pro­teg­gersi con alcuni sem­plici prov­ve­di­menti.

mag­giori infor­ma­zioni

Corsi pra­tici

Eser­ci­ta­tevi ai nostri com­puter e sco­prite i prin­ci­pali prov­ve­di­menti per la vostra sicu­rezza infor­ma­tica e nell’e-banking.

mag­giori infor­ma­zioni

Send this to a friend