1 – Sal­vare i dati

Quanto val­gono per voi i vostri dati? Sal­va­teli rego­lar­mente su almeno un altro sup­porto e con­trol­late che siano stati effet­ti­va­mente memo­riz­zati.

Punti prin­ci­pali:

  • Sal­vate rego­lar­mente i vostri dati su un disco rigido esterno, DVD, CD oppure online su un archivio cloud.
  • Con­trol­late che i dati siano pre­senti nel backup e che pos­sano essere ripri­sti­nati.
  • Col­le­gate il disco esterno solo quando lo uti­liz­zate ed effet­tuate la con­nes­sione all’archivio online sol­tanto per l’esecuzione del backup e non in modo per­ma­nente.

Oggi­giorno su com­puter, tablet e smart­phone si sal­vano grandi quan­tità di docu­menti, e-mail, foto, video, musica e molto altro ancora, sotto forma di dati digi­tali.

Non si può esclu­dere che un errore di gestione (come una can­cel­la­zione acci­den­tale), un difetto tec­nico (p. es. nel disco rigido), lo smar­ri­mento o il furto del dispo­si­tivo oppure virus, worm e cavalli di Troia pos­sano cau­sare la per­dita par­ziale se non com­pleta di questi con­te­nuti.

Ecco come fare

La solu­zione più sem­plice per sal­vare i dati del vostro com­puter con­siste nel creare una copia di sicu­rezza – un cosid­detto backup – su un disco rigido esterno. A tal fine gli utenti copiano i propri dati dal dispo­si­tivo al sup­porto esterno manual­mente o usando appo­siti pro­grammi. Una volta effet­tuato il backup, è asso­lu­ta­mente con­si­glia­bile discon­net­tere il disco rigido esterno dal dispo­si­tivo, in modo da pro­teg­gere i dati sal­vati da virus, worm e altro soft­ware dan­noso.

Per l’utilizzo pri­vato, soli­ta­mente basta ripe­tere la pro­ce­dura ogni due set­ti­mane. Per le quan­tità di dati minori si pos­sono usare come sup­porti di sal­va­taggio anche i CD o DVD. In caso di quan­tità ingenti di dati, la pro­ce­dura di sal­va­taggio si rivela più com­pli­cata, e può rive­larsi utile l’impiego di appo­siti pro­grammi di backup.

Con­ser­vate il sup­porto dati su cui si trova il backup il più pos­si­bile lon­tano dal dispo­si­tivo, in un altro luogo: con­si­de­rate che se dovesse scop­piare un incendio o doveste subire un furto in casa, per esempio, potrebbe andare distrutto o per­duto anche il sup­porto dati del backup.

Win­dows 10 offre come comoda fun­zione di backup pre­de­fi­nita la fun­zione «Cro­no­logia file»: istru­zioni di Micro­soft

Un’altra pos­si­bi­lità per sal­vare i vostri dati è offerta dagli archivi cloud, con i quali i vostri dati ven­gono sal­vati cen­tral­mente in Internet. Mag­giori infor­ma­zioni al riguardo sono dispo­ni­bili nel nostro arti­colo «Archivi cloud».

Se un dispo­si­tivo o un disco esterno di backup non è più neces­sario e deve essere smal­tito o riven­duto, vi rac­co­man­diamo di can­cel­lare i dati che con­tiene in modo sicuro. Potete tro­vare mag­giori infor­ma­zioni a questo riguardo nell’articolo «Can­cel­lare in modo sicuro».

Pro­teg­gete i vostri dati e tutti i vostri dispo­si­tivi con le «5 ope­ra­zioni per la vostra sicu­rezza digi­tale»:

Cos’altro vorreste sapere sulla sicurezza nell’e-banking?

Iscri­ve­tevi subito a un corso per saperne di più:

Corsi di for­ma­zione di base

Il corso di base pre­senta le minacce attuali poste da Internet e mostra come pro­teg­gersi con alcuni sem­plici prov­ve­di­menti.

mag­giori infor­ma­zioni

Corsi pra­tici

Eser­ci­ta­tevi ai nostri com­puter e sco­prite i prin­ci­pali prov­ve­di­menti per la vostra sicu­rezza infor­ma­tica e nell’e-banking.

mag­giori infor­ma­zioni

Send this to a friend