Pagina iniziale Navigazione Contenuto Contatti Sitemap
Con il termine Mobile Banking si intende l’esecuzione di operazioni bancarie attraverso dispositivi mobili come smartphone (per es. iPhone), notebook o tablet PC (per es. iPad). È possibile accedere al proprio sistema di e-banking attraverso il browser o apposite app e verificare il saldo del proprio conto, effettuare bonifici, impostare versamenti periodici ed eseguire la maggior parte delle operazioni tipiche dell’e-banking.

 

Proteggetevi così ...
memorandum: «Mobile Banking» Informazione e prevenzione
  • in generale adottare tutte le misure di sicurezza seguite
    a casa propria per l’e-banking
  • attivare il blocco con codice per il proprio dispositivo
    mobile
  • non salvare sul dispositivo mobile i propri dati d’accesso, come PIN e TAN, e nascondersi sempre quando li si immette
  • utilizzare la versione del sistema più recente per il dispositivo mobile
  • se possibile utilizzare un software antivirus e un firewall personale aggiornati

I pericoli del Mobile Banking

Un possibile pericolo consiste nella possibilità per un truffatore di carpire i dati d’accesso dell’utente, che cade così vittima di un attacco di phishing. Se il truffatore ci riesce, può accedere al conto della vittima e usarlo per autorizzare transazioni finanziarie.

Un ulteriore rischio è posto dal codice nocivo che si introduce nel dispositivo mobile per osservare i dati d’accesso o manipolare i dati relativi alle transazioni. Si parla in questo caso di attacchi Man-in-the-browser.

Un ulteriore pericolo consiste nella perdita del dispositivo mobile. Una terza persona ottiene così accesso ai vostri mTAN e all’app dell’e-banking installata.

La sicurezza nel Mobile Banking

In generale bisogna adottare le stesse misure di sicurezza seguite a casa propria per l’e-banking, più necessariamente i punti seguenti:

  • Attivare sempre il blocco con codice del dispositivo mobile. In questo modo si impedisce l’accesso a dati e applicazioni (app) da parte di persone non autorizzate.
    iPhone: aprite sull’iPhone l’opzione Impostazioni/Generali/Blocco con codice per proteggere il vostro dispositivo con un codice a quattro cifre. Per una sicurezza ancora maggiore, è possibile disattivare l’opzione «Codice semplice». Così facendo si potrà proteggere il dispositivo con una password.
    Android: a seconda del dispositivo è possibile attivare il blocco con codice all’interno di Impostazioni/Sicurezza.
  • Non salvare sul dispositivo mobile i propri dati d’accesso, come PIN e TAN.
  • Prestare attenzione a non far vedere a nessuno, da dietro le spalle, il PIN e il TAN digitati.
  • Utilizzare se possibile un software antivirus e un firewall personale aggiornati. In questo modo si può tenere lontano dal proprio dispositivo il codice nocivo.

Ricordate che con il Mobile Banking utilizzato in combinazione con la procedura mTAN non c’è il vantaggio in termini di sicurezza offerto dall’uso di due canali di comunicazione indipendenti!

Quando si usano i dispositivi mobili occorre osservare in sostanza i punti seguenti:

  • Utilizzare sempre la versione del sistema più recente per il dispositivo mobile ed eseguire degli aggiornamenti regolari.
  • Installare soltanto le applicazioni (app) davvero necessarie e verificare che provengano da una fonte seria.
  • Disattivare l’accesso a Internet e le funzioni di connettività Bluetooth, WLAN e infrarossi quando non sono necessarie.
  • Per la funzione WLAN utilizzare la crittografia WPA o WPA2 (non la cifratura WEP!).
  • Non accettare richieste di connessione se non si è certi di quale sia il dispositivo che vuole instaurare la comunicazione.
  • Prestare attenzione quando si apre un MMS. Anche con gli MMS è possibile diffondere codice nocivo. Cancellare immediatamente gli MMS provenienti da mittenti sconosciuti.
  • Disattivare l’impostazione «Accettazione automatica delle chiamate», che potrebbe essere sfruttata per instaurare una connessione a insaputa dell’utente.

iPhone/iPad

Quando si usa l’iPhone o l’iPad occorre osservare i punti descritti sopra, e adottare inoltre le misure di sicurezza seguenti:

  • Proteggere il computer o laptop su cui è installato iTunes. iTunes memorizza infatti i backup dei dati dell’iPhone/iPad, cosicché tutti i dati sensibili sono salvati anche nel computer o nel laptop. (I dati nella iCloud sono cifrati solo in parte. È cifrata invece la trasmissione degli stessi dati in Internet.)
  • Non sbloccare l’iPhone/iPad tramite jailbreak, un’operazione che elude i blocchi di sicurezza previsti da Apple. In generale è sconsigliabile installare una versione del sistema non proveniente da Apple.

Android

Oltre ai punti indicati qui sopra per il sistema operativo Android è assolutamente necessario utilizzare un programma antivirus, il quale deve essere sempre aggiornato. In caso contrario, sussiste il rischio che nuovi software dannosi non vengano riconosciuti e infettino indisturbati il dispositivo mobile.

un elenco di programmi antivirus per Android si trovano nel nostro punto «2 - proteggere».

 

Aargauische KantonalbankBaloise Bank SoBaBanca del Ceresio SABanca del SempioneBancaStatoBank CoopBank LinthBanque CIC (Suisse)Basellandschaftliche KantonalbankBasler KantonalbankFreiburger KantonalbankBanque Cantonale du JuraBanque Cantonale NeuchâteloiseBanque Cantonale VaudoiseBerner KantonalbankBanca Popolare di Sondrio (SUISSE)cash zweiplusClientisCornèr Banca SAGlarner KantonalbankGraubündner KantonalbankHypothekarbank LenzburgJulius BaerLiechtensteinische Landesbank AGLuzerner KantonalbankMigros BankNidwaldner KantonalbankObwaldner KantonalbankPiguet GallandPostFinanceSchaffhauser KantonalbankSchwyzer KantonalbankUBSUrner KantonalbankValiant Bank AGVontobel AGVP BankWalliser KantonalbankWIR Bank GenossenschaftZuger KantonalbankZürcher Kantonalbank