eBanking - ma sicuramente!

 

Un confronto internazionale mostra che gli istituti finanziari svizzeri dispongono di ottimi standard di sicurezza. Centri di calcolo e sistemi di sicurezza protetti garantiscono una custodia sicura dei dati e delle finanze dei clienti. Centri di controllo esterni e norme ISO garantiscono la standardizzazione delle procedure.

Centri di calcolo protetti

Da soli, il software e l’hardware non sono sufficienti per garantire una custodia sicura dei dati e delle finanze dei clienti. I centri di calcolo sono protetti contro black-out, incendio, danni d’acqua e scasso. I calcolatori e la rete sono sottoposti continuamente a monitoraggio, interventi di manutenzione e aggiornamenti.

L’accesso del personale interno ai centri di calcolo e i diritti d’accesso ai dati sensibili sono disciplinati secondo regole molto rigide. Tutti gli impiegati che vengono a contatto con i dati della clientela, per es., ricevono una formazione corrispondente.

Le diverse misure e disposizioni e l’intera infrastruttura vengono dal canto loro aggiornate continuamente, e un backup operato in modo permanente garantisce la continuità dei dati.

 

Centri di controllo esterni e norme ISO

La custodia sicura dei dati dei clienti riveste la massima priorità per gli istituti finanziari. Centri di controllo esterni e norme ISO garantiscono la standardizzazione delle procedure.

La Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA e ulteriori uffici di controllo esterni vigilano sul rispetto delle leggi sulla protezione dei dati e di altre direttive.

Le modalità sicure per custodire i dati sono definite da un’apposita norma ISO (ISO 27002). Il rispetto di questa norma non è vincolante, anche se è ampiamente diffusa a livello internazionale e in particolare presso gli istituti finanziari svizzeri.

 

Copyright © 2019 - Tutti i diritti riservati. Scuola Universitaria Professionale di Lucerna – Informatica Avvertenze legali